Pasqua in Sardegna

Qualche idea per una Pasqua diversa

 

Il post di oggi vogliamo dedicarlo a qualche idea su come trascorrere le giornate di Pasqua e Pasquetta fuori dalle mura di casa, perchè anche se il meteo non dovesse essere dei migliori, è sempre comunque un occasione buona per muoversi, e se poi non sarà possibile farlo in questi due giorni, annotatevi comunque queste idee che vi suggeriamo così da metterle in pratica alla prima occasione.

  • Gita alle miniere: la nostra gita parte dal Museo del Carbone a Carbonia(che in questi giorni ospita anche l’affascinante mostra dei pani pasquali, vere opere d’arte) e continua con la visita alla grande miniera di Serbariu, dove visitando le sue gallerie si possono rivivere le emozioni che provavano i minatori che li trascorrevano gran parte della loro vita estraendo carbone. Questa miniera è inserita all’interno del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna ed è stata attiva dal 1937 al 1964 caratterizzando l’economia della zona. Cento chilometri di gallerie sotterranee per una profondità massima di 179 metri dalla superficie, dove i minatori lavoravano 24 ore su 24, divisi su tre turni. La miniera venne chiusa ufficialmente nel 1971. Un altro sito minerario che fa parte del Parco e che merita sicuramente una visita è la miniera di Montevecchio, anche questa ricca di storia e di emozioni e la cui attività è continuata con alterne vicende fino al 1991. Situata nel territorio di Guspini, è immersa in un contesto naturale splendido: qui vicino troviamo anche Arbus e le miniere di Ingurtosu(vedi post) immerse nel fascino di questa che viene chiamata “Costa Verde“, con Capo Pecora(vedi post), Piscinas(vedi post), Scivu, Cala Domestica, vere meraviglie della natura. E per terminare la nostra gita nel Parco(che comprende però in tutto otto siti minerari), vi suggeriamo un altra miniera, anche questa non più operativa, la miniera di Porto Flavia, a Musua nel comune di Iglesias, nella montagna di fronte al Pan di Zucchero, inserita in un paesaggio mozzafiato!.
  • Lago Mulargia: è un lago artificiale, un luogo ideale per vivere un giorno di relax e per godere di uno splendido panorama. Al suo interno isolotti e tutto intorno una rigogliosa vegetazione. E’ dotato di impianti sportivi ed è vicino al parco archeologico di Pranu Muttedu e lungo le sue sponde si trovano strutture ricettive e punti di ristoro. Uno specchio d’acqua che merita sicuramente una visita. E’ possibile visitarlo anche su appositi battelli in stile Mississipi.
  • Foresta di Burgos(e castello): Lunedì 6 Aprile vi si terrà il secondo mercato contadino con stands, punti di ristoro con piatti tipici, balli, concorso ippico, pony games con asinelli albini dell’Asinara e cavalli allo stato brado, visite alla foresta di tassi, escursioni archeologiche e visite libere e guidate anche al castello di Burgos, al laghetto e al bosco.
  • Trenini verdi della Sardegna: un modo diverso per scoprire la Sardegna, sicuramente uno dei più attraenti, e contemplare a velocità moderata la natura, seduti su carrozze d’epoca e percorrendo vie ferrate interne, alla scoperta della Sardegna antica, di boschi secolari, di montagne di granito, per vedere fiumi e laghi e arrivare fino al mare! Le linee turistiche del Trenino Verde sono quattro, vi suggeriamo la linea Macomer-Bosa(vedi post), molto panoramica, che passa dai 500m dell’altipiano di Campeda fino alla stazione di Bosa marina, alla foce del fiume Temo(che attraversa la variopinta cittadina).
  • Acquario di Cala Gonone: un altra idea per trascorrere una giornata diversa all’insegna della scoperta della natura e per vivere grandi emozioni è quella di visitare l’acquario di Cala Gonone(vedi post), una moderna struttura immersa nella macchia mediterranea, nello splendido Golfo di Orosei tra montagna e mare, alla scoperta della tartaruga Caretta caretta e di tante altre specie, voraci piranha, dentici, squali palombo, pesci trombetta, razze, stelle e tanto altro ancora!

E dopo tanti piaceri per gli occhi ora qualche idea per i piaceri(o peccati) di gola: la Sagra del Torrone a Tonara, con un programma speciale per Pasquetta, con musiche, canti, balli, cori e tanto buonissimo torrone(vedi post); calici di Pasqua a Jerzu(vedi post), rassegna enogastronomica, con degustazione non-stop dell’ottimo vino Cannonau(vedi post) e molto altro ancora, mostra di pittura, visita alle antiche cantine, ai nuraghe e anche alle grotte di Ulassai e Gairo(vedi post).

Buona Pasqua a tutti e buon divertimento!!!

vino,olio di oliva, formaggio,cannonau,vermentino,cagnulari,carignano,bovale,mirto,moscato,malvasia

Se ti trovi da queste parti ti potrebbero interessare anche:

Spiagge della Sardegna: Cala Giunco;

Non solo spiagge: La Necropoli di Tuvixeddu;

Spiagge della Sardegna: Buggerru;

Gita alla Spiaggia di Piscinas

Pin It on Pinterest

Wine Tasting - Tour of Sardinia

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le ultime news e offerte. Per te subito uno sconto del 10% sul tuo primo ordine!

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

For you 10% discount for your first order!

 

You have Successfully Subscribed!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close