Gairo

Un paese diviso in tre

 

Il territorio di Gairo, caratterizzato da bellissimi paesaggi, si trova nella parte centro orientale della Sardegna nella provincia dell’ Ogliastra, una delle zone più belle dell’ isola, tra i 650m e gli 800m slm, in un ambiente suggestivo, straordinario e selvaggio ricco di boschi e di tacchi(vedi altro post), possenti altipiani calcarei, come il monumento naturale di “Perda’e Liana“. Perda’e Liana, visibile a grande distanza, è un monte maestoso di 1293m slm ed una delle principali curiosità morfologiche della Sardegna: è un maestoso torrione risalente all’ era Giurassica, il risultato di lunghe azioni erosive condotte dagli agenti atmosferici e dall’ acqua nel corso di milioni di anni. Gairo, il cui nome deriva dalle parole greche “ga” e “roa” che significano “terra che scorre” si divide in 3 parti: Gairo Sant’ Elena, chiamata semplicemente Gairo, Gairo Taquisara, un grazioso villaggio stazione del Trenino Verde, Gairo Cardedu, chiamata semplicemente Cardedu, costruita più vicino al mare. Questa divisione in tre del paese, è dovuta al fatto che, Gairo Vecchio, il paese che non esiste più, forse il più famoso paese fantasma della Sardegna, nel 1951 a seguito di una terribile alluvione, fu dichiarato non più abitabile per problemi di sicurezza, e si decise dunque di abbandonarlo per ricostruirlo altrove. Ma divergenze sulla collocazione del nuovo paese portarono alla decisione di dividere Gairo in tre. Nel territorio circostante il paese troviamo disseminati numerosi siti archeologici, come l’area nuragica di Serbissi(vedi post) e di Perdu Isu, mentre sulla costa vicino Gairo, a sud di Bari Sardo e Cardedu, è possibile prendere il sole su spiagge incantevoli e poco frequentate. Anche qui nella zona di Gairo è possibile gustare ottimi prodotti della tradizione enogastronomica, come i dolci pirighittus e gli amaretti, accompagnati da eccellenti e rinomati vini locali come il Vermentino(vedi post) ottimo anche come aperitivo, un rosato frizzante ottenuto da uve cannonau ottimo a tutto pasto specialmente con pesce e pizza, un vino rosso Cannonau(vedi post) da affiancare a arrosti e formaggi stagionati(vedi altro post), e un vino rosso dolce IGT particolare, ottenuto sempre da uve cannonau, ottimo con i dolci ma anche da meditazione, da servire alla temperatura di 18-20 °C.

Coordinate GPS Gairo: 39.848409, 9.505349

vino,olio di oliva,cannonau,vermentino,moscato,malvasia,cagnulari,carignano,nuragus

Se hai un po’ di tempo libero ti consiglio anche di leggere..

 

Turriga Quinto Miglior Vino d’Italia

Vini di Sardegna: Il Cagnulari

Pane Frattau

Vini di Sardegna: Il Torbato

Pin It on Pinterest

Wine Tasting - Tour of Sardinia

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le ultime news e offerte. Per te subito uno sconto del 10% sul tuo primo ordine!

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

For you 10% discount for your first order!

 

You have Successfully Subscribed!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close