Il Castello di Acquafredda

Il Domo Andesitico

 

31 Ottobre, Halloween.  Una festa per noi importata, ma ogni occasione è valida se ci da lo spunto per trascorrere una giornata diversa dal solito, magari andando a scoprire un luogo ancora non visto e, quindi quale giorno migliore di oggi, Halloween, per andare a visitare il Castello di Acquafredda?

Il “Domo Andesitico di Acquafredda” noto appunto come il Castello di Acquafredda, istituito monumento naturale nel 1993, è un importante testimonianza di struttura fortificata di epoca medievale, ed è stato costruito su di un colle di origine vulcanica di 256m slm distante 4 Km da Siliqua, paese della provincia di Cagliari, adagiato nella valle del Cixerri, in una area pianeggiante circondata da un ambiente di rara bellezza.

La tradizione, in mancanza di sicure attestazioni documentali, attribuisce la costruzione del suggestivo castello, al celebre nobile pisano Ugolino della Gherardesca Conte di Donoratico, ricordato anche da Dante nell’Inferno, che divenne signore della parte Sud-Occidentale della Sardegna dal 1257(ed è a questo periodo che si fa risalire la costruzione del castello) dopo la caduta del Giudicato di Cagliari. La posizione strategica del castello consentiva a Ugolino il controllo sui numerosi giacimenti di argento, zinco e piombo lì presenti, che costituivano una fonte di inesauribile ricchezza per Pisa. Dopo i pisani il castello divenne proprietà degli Aragonesi fino al 1410, oltre tale data pprobabilmente non venne più abitato, passando nel tempo nelle mani di diverse famiglie feudatarie fino a che non venne riscattato nel 1785 da Vittorio Amedeo Re di Sardegna.

Il Castello si articola su tre livelli, il borgo, la torre cisterna e il castello vero e proprio. Il borgo che era la parte più bassa del castello comprendeva tutta una serie di locali destinati ad ospitare servi e truppe, stalle e magazzini per le scorte alimentari, attrezzi e armi. Tutto era protetto da una cinta muraria lunga circa 80 metri nella quale sono state individuate le tracce di quattro torri e del cammino di ronda.  Nel borgo è stata trovata anche una cisterna realizzata in laterizio. In questa parte del castello poi sussiste un enigma: la reale esistenza della chiesa di Santa Barbara, infatti per alcuni studiosi questa è in realtà la chiesa di S. Margherita, situata fuori dai confini del castello che col tempo ha cambiato nome; qui nel 2005 durante lavori di restauro sono state rinvenute 3 sepolture umane. Nel secondo livello è visibile una torre-cisterna suddivisa in tre vani che potevano essere riempiti con ingenti scorte di acqua. Nella parte più alta si accedeva, attraverso una scalinata in pietra, al “Mastio” dove si trovava l’abitazione del castellano e dove tutt’oggi sono visibili 5 stemmi, e dove svetta ancora la torre di guardia nella quale con molta probabilità fu rinchiuso Vanni Gubetta, uno dei traditori del Conte Ugolino.

Oltre che per l’interesse storico, il Castello di Acquafredda e il suo colle, presentano anche caratteristiche naturali e ambientali di grande valore e di particolare interesse scientifico e rappresentano una nicchia ecologica insostituibile per pipistrelli, piccioni terraioli, rapaci notturni e per il falco grillaio, specie a forte rischio d’estinzione. Inoltre da qui si gode di un panorama magnifico della valle del Cixerri e degli stagni di Cagliari, del mare, della Marmilla(subregione della Sardegna centro-meridionale) e dell’Iglesiente e nelle giornate più limpide lo sguardo spazia fino al Gennargentu!!!

vino,olio di oliva, formaggio,cannonau,vermentino,cagnulari,carignano,bovale,mirto,moscato,malvasia

Se ti trovi da queste parti ti potrebbero interessare anche:

Spiagge della Sardegna: Cala Giunco;

Non solo spiagge: La Necropoli di Tuvixeddu;

Spiagge della Sardegna: Buggerru;

Gita alla Spiaggia di Piscinas

Pin It on Pinterest

Wine Tasting - Tour of Sardinia

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le ultime news e offerte. Per te subito uno sconto del 10% sul tuo primo ordine!

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

For you 10% discount for your first order!

 

You have Successfully Subscribed!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close