Siamo all’ora del tramonto, tra i filari della vigna, un tavolo apparecchiato in modo informale e accogliente, caloroso. Una tovaglia di lino grezzo, tante candele, piatti e bicchieri di un tempo, magari diversi fra loro….

Quale location migliore per gustare piatti dai sapori genuini e un po’ rustici come bruschette, verdure grigliate, stufate, ripiene e i brindisi con il vino fresco buono, leggero…

E allora ecco un idea per preparare bruschette dai gusti e sapori diversi: prendete del pane tipo baguette e tagliatelo a metà per la lunghezza, in modo tale che la bruschetta abbia uno spessore di circa un centimetro e passate nel forno tutte le “fette” (cioè le mezze baguette) ricavate a 220 °C per 6-7 min, finchè saranno dorate e pronte per essere condite.

Ecco quindi qualche suggerimento sui condimenti da provare:

  • ai peperoni(rossi/verdi/gialli): grigliate un peperone, spellatelo, tagliatelo a strisce e conditelo con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva(EVO), sale, pepe, 1/2 spicchio d’aglio(potrete poi eliminarlo dopo la marinatura) e lasciate marinare per 30 min, trascorso questo tempo distribuitelo sul pane.
  • Alle olive taggiasche: frullate 100 gr di olive taggiasche denocciolate, con un cucchiaino di olio EVO e un cucchiaino di foglie di origano fresco tritato. Infine spalmate il composto sul pane e guarnite con alcune olive intere e/o pomodori datterini tagliati a metà.
  • Ai pomodori secchi: frullate 10-12 pomodori secchi con due cucchiai di olio EVO e alcune foglie di basilico. Spalmate la crema ottenuta sul pane e poi guarnite con pezzetti di mozzarella e qualche oliva.
  • Ai pomodori ciliegini, capperi e origano: tagliate 300 gr di pomodori ciliegini a metà e lasciateli marinare con 3 cucchiai di olio EVO e 1 spicchio d’aglio tagliato a fettine. Dissalate un cucchiaio di capperi con l’acqua corrente, sminuzzateli e uniteli ai pomodori. Infine aggiungete un cucchiaino di origano secco. Distribuite il composto sulle fette di pane.

Vino fresco: come e quando?

E’ importante poi per valorizzare un piatto, scegliere il vino giusto e servirlo alla giusta temperatura. I bianchi vanno serviti intorno agli 8-10°C, il freddo eccessivo impedisce al vino di liberare tutte le sue fragranze. Lo spumante si può stappare ad una temperatura leggermente inferiore a quella dei vini bianchi, ma non troppo. I vini rosati e i vini dolci vanno serviti come i bianchi o ad una temperatura leggermente superiore. Importante per raffreddare i vini è l’uso del frigorifero, ma non del freezer, anche se gli esperti suggeriscono sempre l’uso del cestello con il ghiaccio.

Pin It on Pinterest

Wine Tasting - Tour of Sardinia

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le ultime news e offerte. Per te subito uno sconto del 10% sul tuo primo ordine!

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

For you 10% discount for your first order!

 

You have Successfully Subscribed!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close