Zuppa di Formaggio

In versione Light

 

Dopo aver rivisitato in chiave vegana la zuppa di castagne(vedi post), abbiamo rivisitato anche la famosa “zuppa Gallurese“, con l’intento di renderla più leggera e più facilmente preparabile. L’originale prevede l’uso del brodo di pecora, una versione più soft quello di carne vaccina o mista, mentre noi oggi la prepareremo con un brodo vegetale, meno saporito di quello di pecora ma più digeribile.

Ingredienti:

  • 250g  di pane di semola tipo pasta dura(Coccoi) o in alternativa del pane di grano duro
  • 250g  di formaggio peretta o casizolu(vedi post), in alternativa della provola
  • formaggio pecorino stagionato(anche qui se volete potete usare metà dose di parmigiano e metà di pecorino)
  • prezzemolo
  • finocchio selvatico
  • basilico
  • mentuccia(o mezzo cucchiaino di menta secca)
  • 1 litro abbondante di brodo(il pane deve essere proprio ben imbevuto, la zuppa non dovrà essere assolutamente asciutta, ma neppure liquida)
  • un cucchiaio di spezie miste tritate
  • sale, pepe
  • olio extra vergine d’oliva
  • pane grattato per la teglia

 

Preparazione:

Tritare finemente il prezzemolo, la menta, il finocchio selvatico, il basilico, poi in una ciotola mescolare il trito con il formaggio grattugiato e una spolverata di pepe. Affettare il formaggio in fettine sottili, poi tagliare il pane in fette spesse al massimo 1cm(lo spessore ideale è tra 0,5cm e 1 cm). Spennellare un teglia o una pirofila a bordi alti con l’olio e poi passatela con il pan grattato.

Stendere sul fondo uno strato di pane, ricoprirlo con le fette di formaggio e spolverare con il misto di formaggio grattuggiato e spezie, quindi ricominciare con un nuovo strato di pane e procedere come gia descritto, terminando sempre con il misto di formaggio grattuggiato. A questo punto, un po’ alla volta, versare in modo uniforme il brodo avendo cura di punzecchiare con una forchetta gli strati di pane in modo da verificare che lo abbiano assorbito bene. Se volete, proprio come nella ricetta classica, potete ricoprire con un ultimo strato di fette di formaggio o altrimenti infornare così e cuocere a 180°C per 40 min o fino a quando la superficie diventa dorata e forma una leggera crosticina. Lasciare riposare per circa 15 minuti prima di servire.

Con questo piatto saporito, anche se in versione light, vi consigliamo un buon Cannonau(vedi post) servito ad una temperatura di 14-18°C.

Buon appetito!!!

vino,olio di oliva,cannonau,vermentino,moscato,malvasia,cagnulari,carignano,nuragus

Se hai un po’ di tempo libero ti consiglio anche di leggere..

 

Pane Frattau

Una torta di carne: “Sa Panada”

Vini di Sardegna: Il Torbato

Vini di Sardegna: Il Nuragus

Pin It on Pinterest

Wine Tasting - Tour of Sardinia

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le ultime news e offerte. Per te subito uno sconto del 10% sul tuo primo ordine!

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

For you 10% discount for your first order!

 

You have Successfully Subscribed!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close